Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy

I Bersaglieri non passano a Calvisano

La FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta non convince sul campo ostico del "Pata Peroni Stadium" e il Calvisano vince con bonus 35-14.

Un primo tempo decisamente brutto quello della FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta, che non riesce a tenere testa ai padroni di casa, agguerriti in attacco e solidi in difesa. Calvisano ottiene i primi punti già dopo 4 minuti dal fischio d'inizio, quando Chillon non controlla una presa aerea e Bruno ne approfitta per rubare l'ovale e andare a schiacciare sotto i pali. Chiesa clamorosamente fallisce la facile trasformazione ma il Calvisano non lascia scampo e domina anche nelle fasi statiche, soprattutto in mischia chiusa. L'indisciplina rossoblù costa cara e al 17' i padroni di casa ne approfittano per allungare ulteriormente le distanze con Minozzi dalla piazzola. I rossoblù appaiono confusi ma riescono comunque ad arginare la furia calvina, che costa a Pavanello un infortunio alla spalla che lo costringe al 23' a lasciare il campo. Alla mezz'ora un altro calcio a favore del Calvisano viene messo tra i pali da Minozzi, che porta il risultato sull'11-0. Negli istanti finali del primo tempo il Calvisano mette pressione in tuoche ai Bersaglieri riuscendo con drive avanzante a mandare De Santis a schiacciare oltre al linea. Minozzi trasforma e le squadre tornano agli spogliatoi sul 18-0, non riuscendo Basson al 41' a centrare i pali dalla piazzola dopo un calcio a favore.

La ripresa vede ancora il Calvisano primeggiare, con Minozzi ancora preciso dalla piazzola che mette a segno altri 3 punti dopo appena 7 minuti dal fischio d'inizio. Al 13', però, un cartellino giallo a Semenzato per placcaggio alto sembra cambiare le sorti della partita: i rossoblù in superiorità numerica infatti riescono ad approfittare al meglio della situazione, prima con l'esordiente italo-argentino Torres che al 17' segna una meta di velocità e poi con Cicchinelli al 21' che schiaccia l'ovale oltre la linea. Basson trasforma entrambe le marcature rossoblù, portando il risultato sul 21-14. Il match sembra riaperto ma il ritorno al 15 contro 15 favorisce i padroni di casa che non si lasciano intimorire dal rinato spirito rossoblù. Calvisano negli ultimi 15 minuti della partita torna ad essere la squadra dominante del primo tempo, tanto che i gialloneri riescono a segnare altre due mete: al 33' è di nuovo Bruno a segnare oltre la linea mentre al 38' è la potenza del pack calvino a mettere a segno la marcatura del bonus. Minozzi infallibile dalla piazzola trasforma le due mete e chiude la partita con il punteggio di 35-14.

"Faccio i complimenti al Calvisano - commenta alla fine del match il capitano rossoblù Edoardo Ruffolo - perché, soprattutto nel primo tempo, è riuscito nell'intento di non faci esprimere il nostro gioco grazie un'ottima difesa. Speravo in un match più combattuto da parte nostra, ci è mancata quella grinta che abbiamo sfoderato la scorsa settimana nel derby".

Parole condivise dall'allenatore Joe McDonnell, che afferma la sua insoddisfazione: "Se continuiamo a giocare così non ci meritiamo un posto nei playoff o di giocare la Finale. Da giocatori professionisti come i nostri non accetto l'idea che si possa giocare bene solo a settimane alterne: dopo la brutta prova a San Donà abbiamo visto grinta e cuore per il Derby, cose che oggi sono decisamente mancate. Non ci sono alibi per partite come quelle di oggi. Dobbiamo cambiare la nostra mentalità, il nostro approccio alle partite, ragionando su cosa vogliamo fare e dove vogliamo arrivare veramente. Dobbiamo giocare per tutti gli 80 minuti, da professionisti quali siamo".

 

BIGLIETTI PLAYOFF 6 MAGGIO 2017

    Tribuna Est e Ovest

    € 20 Intero

    Tribuna Est e Ovest

    € 18 Ridotto Posse

    Tribuna Est e Ovest

    € 5 Ridotto 16-18 Anni
  • 1
  • 2
  • Punti vendita

    SEGRETERIA DELLO STADIO
    (10:00-12:00 / 16:00-19:00)


    CAFFE' MOLINARI

     

    Partners