Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy

Storia

L’anno di fondazione della squadra Rugby Rovigo risale al 1935, quando Davide Lanzoni, studente di medicina a Padova, porta nella città rodigina il primo pallone ovale. La passione per il rugby scoppia immediatamente. La squadra si iscrive al campionato del ’35-‘36 della GIL, in pratica il campionato giovanile, perfetto per rodare i meccanismi di gioco.
In questa stessa stagione agonistica, nella partita contro il Bologna (persa per 10-6), il Rovigo indossa per la prima volta i colori rossoblù, che non abbandonerà più. La leggenda vuole che la scelta del rosso e del blu siano dovuti più alla necessità che alla libera scelta: Lanzoni trascorreva le vacanze estive a Cesenatico, città frequentata anche dal grosso dei giocatori del Bologna Calcio, e i pochi mezzi della squadra rodigina avrebbe indotto Lanzoni a chiedere un piccolo aiuto alla forte società calcistica. Così, le maglie di seconda mano del Bologna Calcio sarebbero diventate le prime del Rovigo Rugby.

Già nel campionato GIL del ’37-’38 iniziano ad arrivare i primi risultati, con la conquista delle semifinali.
L'anno successivo vince il primo trofeo della sua storia, titolo che però non può difendere durante il campionato successivo, perché la società non si iscrive al campionato del ’39-’40. Pur non disputando un campionato regolare, i rossoblù cominciano a girare l'Italia e ad incontrare gli squadroni dell'epoca: è il periodo in cui Rovigo si fa un nome e conquista i meriti per partecipare alla nuova Serie A. I campionati si fermano nel corso della seconda guerra mondiale, per riprendere nel ’45-’46. Nel 1949 Rovigo sfiora il suo primo scudetto, perdendo la finale contro la Rugby Roma.

Il Rovigo dalla stagione 1950-51, vince quattro scudetti consecutivi: i primi tre con Mario Battaglini, reduce dall'esperienza francese, il quarto, con Aldo Milani in panchina. Negli anni ‘60, il Rovigo vive un altro periodo felice, con Giordano Campice in panchina e trascinati da Romano Bettarello: arrivano tre scudetti consecutivi dal 1962 al 1964.
Dopo una serie di stagioni poco brillanti, nel 1974 il Rovigo affida la panchina al francese ]ulien Saby, già allenatore della Nazionale italiana. Il Rovigo ritorna ai vertici delle classifiche e vince lo scudetto nel 1976: è la squadra di Naudè, De Anna, Quaglio, Thomas, Rossi e Salvan.
L'anno successivo termina al primo posto con il Petrarca, perdendo poi lo spareggio. Nel 1977 arriva in panchina il gallese Carwyn James, già allenatore del Lanelli e dei Lions. Il Rovigo vince il campionato 1978/79, con un giovane mediano di apertura, Stefano Bettarello, che sarà in seguito più volte Barbarians.
Dopo alcune stagioni altalenanti, nel 1986 il Rovigo viene affidato al tecnico Nelie Smith, già allenatore della nazionale sudafricana. Con gli innesti di Naas Botha e Gert Smal in un organico di giovani prodotti del vivaio come Brunello, Bordon e Ravanelli, nella stagione 1987/88 il Rovigo conquista la stella del decimo scudetto in una combattutissima finale contro il Treviso, vinta a Roma per 9-7. Il successo si ripete due anni dopo, sempre in finale con il Treviso.

Il Rovigo continua a rimanere ai vertici del campionato anche nei primi anni '90, arrivando ancora alla finale scudetto nel 1992 (sempre contro Treviso), perdendola. L'anno dopo si ferma alla semifinale che segna l'addio di Naas Botha a Rovigo. Rovigo vive ancora un buon momento sul finire degli anni '90, raggiungendo la semifinale dei playoff nel 1998.
Nella stagione 2008/2009 il Rovigo del capitano Tommaso Reato guidato dal tecnico Massimo Brunello riesce a classificarsi al quarto posto, ottenendo la qualificazione alle semifinali dei playoff, dove viene eliminato dal Montepaschi Viadana perdendo entrambe le gare (19-23 al Battaglini e 15-11 a Viadana).
Nel campionato successivo la squadra riesce a migliorarsi (2° posto nella stagione regolare), ma in semifinale viene eliminata dal Viadana al termine di due equilibrati incontri (25-16 per Viadana il primo incontro, 22-18 per Rovigo il ritorno al Battaglini).

A fine giugno 2010 la Società viene rifondata da un gruppo di 50 soci, imprenditori e liberi professionisti della provincia, trainati dal Prof. Luigi Costato, dal sig. Francesco Zambelli (A.U. di FEMI-CZ SpA, sponsor storico) e dal sig. Renzo Bullo. Quest’ultimo, il 21.06.2010, assume l’oneroso incarico di guidare la nuova società denominata Rugby Rovigo Delta per sottolineare il legame con il territorio e la rappresentatività di tutta la provincia. Lo scudetto è sfiorato a maggio del 2011, quando la squadra rossoblù allenata da Polla Roux perde sul campo di un Battaglini gremito la finale contro il Petrarca Padova.

Anche nella stagione 2013/14 la squadra rossoblù, classificatasi seconda nella regular season, disputa la Finale di Campionato per il titolo d'Italia. Perde di misura a Calvisano, ma decisa a riscattarsi in questa stagione. Risultato importantissimo per la Femi-Cz Rugby Rovigo Delta 2014/15 è la qualificazione, vinta contro i Tbilisi Caucasians, al Girone 1 dell'European Rugby Challenge Cup, che riporta la squadra rossoblù (l'unica del Campionato d'Eccellenza) nelle alte sfere d'Europa.

ABBONAMENTI E BIGLIETTI STAGIONE 2017/2018

    ABBONAMENTO PLATINUM

    € 145 - Disponibile in early booking prima delle amichevoli pre-season
    - Tutte le partite (tre amichevoli, 9 campionato, 2 coppa europa)
    - Una birra gratis ad ogni partita di campionato e coppa europa- Parcheggio riservato
    - T-shirt Kappa personalizzata ed esclusiva 100% ROSSOBLÙ
    - BersagliottoLand gratuito

    ABBONAMENTO GOLD

    € 100 - Disponibile dal 28 agosto
    - Tutte le partite di campionato (9) e coppa (2)
    - Cuscino rossoblù personalizzato Kappa
    - BersagliottoLand gratuito

    ABBONAMENTO FAMILY

    € 180 - Disponibile dal 28 agosto
    - Tutte le partite di campionato (9) e coppa (2)
    - Riservato a nucleo familiare composto da coppia + figli U18
    - Cappellino rossoblù Kappa
    - BersagliottoLand gratuito
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

  • Punti vendita

    SEGRETERIA DELLO STADIO
    VIALE ALFIERI 46
    (10:00-12:00 / 16:00-19:00)

     

     

    Partners